Il 22 ottobre, il Bitcoin (BTC) ha continuato la sua ascesa creando una massiccia candela rialzista inghiottita e scoppiando al di sopra dell’area di resistenza di 12.050 dollari.

Mentre potrebbero verificarsi ritracciamenti a breve termine, è probabile che il trend del Bitcoin sia ancora rialzista.

Bitcoin rompe i picchi di settembre

Il 22 ottobre, Bitcoin Era ha continuato la sua ascesa creando un altro candeliere rialzista che ha spaccato la precedente area di resistenza da $12.050. Il prezzo ha raggiunto il massimo di 13.235 dollari prima di scendere leggermente al prezzo corrente di 12.800 dollari.

Se BTC inizia a diminuire, l’area di 12.050 dollari dovrebbe fungere da supporto. Tuttavia, gli indicatori tecnici non mostrano alcuna debolezza. L’RSI, il MACD e l’oscillatore stocastico stanno aumentando senza generare alcuna divergenza ribassista.

Il grafico settimanale mostra che il prezzo potrebbe essere uscito da una linea di resistenza discendente, ma non ha ancora raggiunto una chiusura al di sopra di quest’area. Se BTC riuscisse a farlo, i prossimi livelli di resistenza si attesterebbero a 14.000 dollari (valore stoppino alto da giugno 2019), 16.400 dollari, poi 19.500 dollari.

Movimento a breve termine

Il grafico a due ore a breve termine mostra che il prezzo ha creato un candeliere a stella cadente, che normalmente è considerato un segnale di inversione ribassista.

Tuttavia, oltre alla stella cadente, non ci sono altri segni di debolezza. Anche se il RSI è ipercomprato, non ha generato alcuna divergenza ribassista. Su una nota simile, mentre il MACD ha iniziato a diminuire, non ha generato un segnale di inversione ad orso.

Pertanto, mentre il prezzo del BTC potrebbe ritracciare a breve termine, non ci sono segni che sia alla fine del suo trend rialzista.

Conteggio delle onde

È probabile che Bitcoin abbia iniziato un impulso rialzista (mostrato in arancione sotto) l’8 settembre ed è attualmente nella terza ondata. Il livello più probabile per la fine dell’ondata sarebbe l’estensione di 3,61 Fib dell’onda 1, che scende a 14,360 dollari.

All’interno della terza ondata, il prezzo sembra essere vicino alla cima o ha già completato la terza sottoonda (blu), che si è estesa fino all’estensione in fibra 3,61 della sottoonda 1.

Inoltre, poiché le onde 2 e 4 devono alternarsi, la correzione in profondità dell’onda 2 indica che l’onda 4 è probabilmente poco profonda. Probabilmente finirà vicino a $12.125, che è il livello di 0,382 Fib della sottoonda 3 e vicino ad un’area di supporto minore.

In seguito, BTC dovrebbe riprendere il suo movimento verso l’alto. Il grafico a breve termine mostra le sottoondazioni minori completate della sottoonda 3 (mostrate in rosso e verde) che oltre ad una sottoonda 5 estesa.

Per concludere, è probabile che BTC sia in un impulso rialzista e continuerà a muoversi verso l’alto. Nel frattempo potrebbero verificarsi ritracciamenti a breve termine verso i 12.100 dollari.